Monitoraggio Vaccinazioni

Per monitorare lo stato delle vaccinazioni confrontiamo il numero dei vaccini attualmente somministrato in Italia con la Germania che consideriamo come benchmark. Proprio come lo spread economico (ovvero il differenziale nei tassi dei Bund e BTP), lo spread delle vaccinazioni è dato dalla differenza tra il totale dei vaccinati ogni 100 abitanti. Un valore negativo dello spread indica che l'Italia ha effettuato più vaccinazioni della Germania. Nel grafico è possibile vedere l'evoluzione dello spread nel tempo.

Le vaccinazioni nel mondo

Quanti vaccini si fanno ogni giorno?

Le vaccinazioni nelle regioni

Quanti vaccini si fanno ogni giorno in Italia?

Proiezioni vaccinazioni

Come procedono le vaccinazioni

L'ordine di vaccinazione è un fattore cruciale per mitigare gli effetti della pandemia e può influire anche più del numero complessivo di vaccini sommimistrati. In questo grafico confronto il numero dei vaccinati con i dati sulla popolazione ISTAT ad inizio 2020. Al momento nella fascia 50-59 ci sono più vaccinati che tra gli ultra novantenni. Infatti, la maggior parte dei vaccini al momento è riservata agli operatori socio-sanitari più esposti al rischio di contagio mentre solo poche regioni hanno iniziato a vaccinare gli ospiti delle RSA. Per assurdo in questi giorni, il numero di vaccinati in proporzione tra i 20 ed i 29 anni (operatori sanitari) supera di gran lunga quello della fascia 70-79. Siamo ancora all'inizio del piano vaccinale, queste differenze verranno ridotte.